La parola

Posso dire qual è la mia concezione della parola in ambito poetico.
Intanto essa è espressione, ma non verbalizzazione concettuale.
Ovviamente questo non significa che l’artista non abbia concetti, che sia persona incapace di astrarre, ma quello che esprime è l’intellezione, il primo stadio dell’osservazione attiva, l’interrogazione sul percepito. Questa prima fase di ricerca è presente in tutti ed è per questo che l’artista ha in tutti almeno una qualche risonanza: egli si accorda allo stupore primitivo dal quale l’uomo comincia la ricerca.

Read More

LA RICERCA

Il volto scavato e qualche dente in meno
Mi raccontò la mia vita di ieri
l’uomo del silenzio.
Riandava al nonno al bisnonno
e ad altri ancora.
La sua mia vita
si dipanava in me come vissuta.
Poi riprese a riannodar le reti
e in silenzio vivemmo insieme
il bianco e nero dei ricordi.

Read More
pastello di TARDeS

LA VIOLENZA

Uno sguardo terribile il tuo
ragazza afghana!
Terrore diffidenza istinto vitale
a formare
un grumo compatto
negli occhi di smeraldo.
Dura donna sarai
le illusioni capovolte in ossessioni persecutorie.
Senza parole dirai ai tuoi figli che tutto è guerra.
Accoglierai solo gli abbracci degli sguardi:
gli altri
potrebbero nascondere un pugnale.

Read More

Scopri il mio ultimo libro

– da Teresa de Salvatore

In questa società liquida, nella quale sono scomparsi i fili conduttori dell’agire, pubblico e privato, permane la ricerca di un senso da ricostruire, ma in essa anche gli interrogativi che ci si pongono hanno spesso la caratteristica della frammentarietà e della confusione interiore.

Read More