Per me è un privilegio.

Per me è un privilegio, ma ciascuno pensi quello che crede.

Scrivo su un argomento affrontato da Salvatore Quasimodo e il figlio Alessandro, ben consapevole di questo, accetta di recitarmi.

So che ha mostrato interesse a realizzare qualcosa su di me e/o con me. Mi faranno sapere.

Avrei voluto semplicemente regalarvelo, ma il sistema non mi permette di caricare il mio video personale. Se risolverò il problema, lo farò in seguito. Per ora mi limito a YuouTube.

Forse dovrei dir qualcosa su questo mio scritto, ma spiegare la poesia è un po’ tradirla.

Alcmane
La nera terra
dorme profonda
e ondeggia appena
per draghi e vermi
di cui si sente il refolo e il sospiro
a nenia degli uccelli e delle api e di quant’altri
nell’aria
sogliono librare.
Intanto noi abbracciati stiamo
nella nostra terra di nuvole di seta,
divinità ctonie.”

Mi piace però riportare ciò che ha detto di me l’amica Fabiola Chessa: lei apprezza che non copio, non traduco, non sfoggio, ma  dialogo con gli antichi.

Un abbraccio a tutti

la vostra TARDeS

 

 

Comments

comments

Lascia un commento