Dove finisce l’eterno

Come campana a morto  suono dentro .

Quegli ulivi contorti per non essere tagliati

a diventare

la croce di Cristo

i tronchi

con forme di visi severi

o amanti abbracciati o improbabili falli

le olive infinite

il verde l’argento e l’ombra e la forza

specchi viventi del tormento dell’anima

ristoro di lei

sorgenti di un’arte complessa

ruvida e raffinata e ricca nel porsi.

Lasciatemi  erede della vostra struggente potenza.

12992782_985612568152823_163662465_n

 

Comments

comments

Lascia un commento