AMNIOS, RITORNO e Maria Pacoda. Biografia e biografie, complice il web. 3

 

  Eccomi a voi, increduli e sfiduciati, che non avete afferrato la potenza del dialogo.

Com’è andata fra me e Maria?

Subito feeling e fiducia, maturità, generosità e prudenza.

Conseguenza?

Incoraggiamenti reciproci senza soluzione di continuità nel privato e…  nell’arte. Esatto: nell’arte. Tutto avvenne, e ancora avviene, in chat e in videochiamate, per cui non posso riportare i dialoghi, ma le conseguenze si.

Intanto non solo mi ero messa a scrivere, ma anche a disegnare e ad usare i pastelli. Lei sempre a fare il tifo per i miei tentativi.

Il primo risultato fu che il suo ritratto, volutamente eseguito come un abbozzo incompiuto, divenne la copertina di AMNIOS. Lo conoscete già e non ve lo ripropongo.

Il secondo fu che alcune foto scattate da lei ispirarono alcune mie poesie ed entrarono a far parte della mia silloge RITORNO, prevalentemente basata su immagini ed opere d’arte.

Nitido risveglio

Fuochi fatui dall’acqua

annunciano invece splendore

426486_482119665168785_685720652_n (3)

 

Il terzo fu che io, colpita dalla sua finezza nell’osservare, nel cogliere particolari che di solito sfuggono, nell’inventarsi gioielli e decorazioni, la spinsi senza tregua a dedicarsi alla fotografia. Lo fece con risultati sempre migliori fino al vero e proprio splendore. Tanti i riconoscimenti per lei da parte di chi ha seguito, sostenuto, supportato (ancora dialoghi, sia pure con altri) il suo percorso.

Ed eccola ora con me, in questo blog, a valorizzare quanto scrivo, ma anche libera di pubblicare personalmente, come e quando crede, le sue opere.

12829143_1048057325240790_3253916669092459836_o (1)

Grazie, Maria!

Comments

comments

Lascia un commento